Print
Back

James Ehnes

“Uno come lui nasce ogni cento anni” è stato scritto. James Ehnes, al suo debutto alle Settimane Musicali di Ascona, è uno dei violinisti più richiesti e acclamati a livello internazionale. Dotato di una rara combinazione di virtuosismo, lirismo e musicalità, Ehnes è l'ospite preferito di grandi direttori d'orchestra come Vladimir Ashkenazy, Andrew Davis, Iván Fischer, Edward Gardner, Paavo Järvi o Gianandrea Noseda. La lunga lista di orchestre con cui ha lavorato include le orchestre sinfoniche di Boston, Chicago, Londra, NHK e Vienna, le filarmoniche di Los Angeles, New York, Monaco, le orchestre di Cleveland, Philadelphia, Philharmonia e DSO Berlino. Recenti successi orchestrali includono la MET Orchestra alla Carnegie Hall con Gianandrea Noseda, la Gewandhausorchester Leipzig con Alexander Shelley, la San Francisco Symphony con Marek Janowski, la London Symphony con Daniel Harding.

Ehnes mantiene una fitta agenda di recital in tutto il mondo e come musicista da camera collabora con Leif Ove Andsnes, Renaud Capuçon, Louis Lortie, Nikolai Lugansky, Yo-Yo Ma e altri grandi artisti. Dal 2010 è attivo anche con il suo Quartetto Ehnes, James Ehnes ha vinto molti premi per le sue registrazioni, tra cui due Grammy (l’ultimo nel 2019), e un Gramophone Award. Le pubblicazioni recenti includono sonate di Beethoven, Debussy, Elgar e Respighi, e concerti di Walton, Britten, Shostakovich, Prokofiev e Strauss.

Ehnes ha iniziato gli studi di violino all'età di cinque anni, è diventato un protetto del noto violinista canadese Francis Chaplin a nove anni e a 13 ha fatto il suo debutto in orchestra con l'Orchestre Symphonique de Montréal. Suona lo Stradivari "Marsick" del 1715 del valore stimato in 8 milioni di dollari.

 

Sito internet

 


© Photo: B.Ealovega

Back
Back
 
Indietro

Settimane Musicali di Ascona

c/o Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli

Casella postale / P.O. Box
CH 6600 Locarno – Switzerland

 

Tel:
dalla Svizzera 0848 091 091
dall’estero +41 848 091 091

Scrivici

 

 

© Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli