Print
Back
21.09.2018
ore 20:30
Chiesa San Francesco Locarno
Back

Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI

Back
Back
Back

Alessandro Bonato direttore
Enrico Dindo violoncello

Gioacchino Rossini (1792–1868)
L’Italiana in Algeri, Ouverture

Antonìn Dvorak (1841–1904)
Concerto per violoncello

Felix Mendelssohn-Bartholdy (1809–1847)
Sinfonia n.4 op.90 “Italiana”




L’Orchestra della RAI torna alle Settimane Musicali con Rossini, la Sinfonia italiana di Mendelssohn e il Concerto per violoncello, capolavoro di Dvorak: davvero un programma per tutti

È un programma musicale godibilissimo quello che l’Orchestra Sinfonica della RAI di Torino, sotto la direzione del giovane maestro Alessandro Bonato, talento emergente di soli 23 anni, presenta in San Francesco a Locarno. Per il suo ritorno dopo diversi anni di assenza, l’orchestra proporrà infatti nella prima parte la celebre Ouverture de L’Italiana in Algeri, omaggio a Gioacchino Rossini di cui ricorrono i 150 anni dalla morte, e con l’affermato violoncellista Enrico Dindo nelle vesti di solista, il famosissimo Concerto per violoncello di Antonìn Dvorak, un capolavoro scritto dal compositore ceco durante il suo soggiorno a New York, diventato nel corso degli anni un cavallo di battaglia per molti virtuosi.  Non meno nota (in particolare l’allegro vivace del primo movimento e il brioso Saltarello) è la brillante Sinfonia italiana di Mendelssohn: un colorato e vivo omaggio del compositore all’Italia, da lui visitata nel 1833, che contiene alcune delle pagine più note del compositore romantico e che chiuderà festosamente un concerto sicuramente consigliabile anche a coloro che non masticano musica classica tutti i giorni.

Back
Fondazione per la Cultura nel Locarnese

Approfondimenti

Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai
..
Alessandro Bonato
..
Enrico Dindo
..

Settimane Musicali di Ascona

c/o Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli

Casella postale / P.O. Box
CH 6600 Locarno – Switzerland

 

Tel:
dalla Svizzera 0848 091 091
dall’estero +41 848 091 091

Scrivici

 

 

© Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli