Bertrand Chamayou

Bertrand Chamayou

Bertrand Chamayou fa parte degli artisti di primo piano della scena musicale. Dotato di un vasto repertorio, impegnato nella musica contemporanea e passando da uno stile all’altro con una facilità sconcertante, si impone per una sicurezza e un’immaginazione che colpiscono, come pure per una notevole coerenza della sua proposta artistica.

Nel 2015-16 ha debuttato con l’Orchestra del Gewandhaus di Lipsia, quella del Konzerthaus di Berlino, l’ Orchestra sinfonica di Cincinnati, l’Orchestra Sinfonica di Vienna, l’Accademia di Santa Cecilia e altre.

E’ stato invitato nelle più importanti sale quali la Filarmonica di Parigi, la Salle Pleyel, il Théatre des Champs-Elisées, la Wigmore Hall, il Lincoln Center di New York, la Filarmonica di Colonia, il Concertgebouw di Amsterdam.

Partecipa a festival prestigiosi quali il festival di Lucerna, la Schubertiade di Schwarzenberg, il Festival de la Roque d’Anthéron, il Klavier Festival della Ruhr ecc.

Ha suonato con direttori di alto livello quali Pierre Boulez, Andris Nelsons, Leonard Slatkin, Neville Marriner, Semyon Bychkov, Philippe Herrewege, Emanuel Krivine, Jérémie Rhorer e numerosi altri.

La musica contemporanea occupa una parte importante nella sua attività ed ha lavorato con delle leggende viventi quali Henri Dutilleux o Grygory Kurtag. Si dedica intensamente anche alla musica da camera accanto ai suoi amici Sol Gabetta, Renaud Capuçon, Augustin Dumay, Antoine Tamestit, Gautier Capuçon, Emmanuel Pahud e ai quartetti Ebène, Belcea e Ysaïe.

Nel 2015 ha pubblicato per Erato/Warner un disco con musiche di Schubert. Nel gennaio 2016, sempre per Erato, è apparso un secondo disco dedicato a Maurice Ravel. Precedentemente ha registrato per Naïve nel 2011 un’integrale delle Années de Pèlerinage di Liszt, consacrata con il Diapason d’Or dell’anno 2012. 

..
 

Settimane Musicali di Ascona

c/o Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli